Blog

Application Management: cos'è e perché porta valore al business

scritto da Pino Grimaldi il 22 maggio 2020

L'Application Management all'interno dei processi di un’azienda riveste un ruolo molto delicato poiché deve gestire e fornire supporto durante tutto il ciclo di vita dei software utilizzati, predisponendo le risorse necessarie e pianificando, in caso di necessità, attività di supporto e formazione alle risorse umane. Il tutto con l’obiettivo del miglioramento continuo del processo.

L'Application Management, essendo responsabile della gestione del portfolio applicativo, svolge un ruolo proattivo in tutte le decisioni che riguardano la gestione dell’ecosistema software, compresa quella relativa alla possibilità di sviluppare applicativi internamente (mediante l’utilizzo delle risorse umane in essere) o, in alternativa, acquistarle da un fornitore esterno. Queste decisioni, che generalmente vengono prese in modo congiunto con la direzione tecnica, previa approvazione dello Chief Technical Officer, è il risultato di un’analisi che si avvale di consulenze provenienti da diversi settori. L'Application Management, qualora venisse intrapresa la strada dello sviluppo interno, deve assicurarsi che sia presente il know how necessario per progettare, testare, gestire e migliorare i servizi IT.

In questo processo di valutazione emergono due fattori chiave: la capacità di scelta di applicazioni abilitate all'integrazione e la centralità della User eXperience da esse fornita agli utenti, interni ed esterni all’azienda.

Il primo fattore è chiave per ricavare nuovo valore dall’aggregazione delle informazioni dipartimentali già presenti e dei servizi esterni, attuali e futuri. Quindi, in ultima analisi, assicurare la validità dell’investimento.

Il secondo fattore, che fa emergere anche nuove figure professionali come quella del Chief eXperience Officer, riveste importanza cruciale per garantire la corretta evoluzione del modello operativo dell’azienda, sia verso il proprio interno sia verso l’esterno. Infatti, in un’era come questa in cui si passa dal prodotto industriale al servizio digitale, l’evoluzione del modello operativo gioca un ruolo fondamentale nella partita per il mantenere ed incrementare il proprio mercato. L’azienda deve passare dalla teoria del Customer Support a quella del Customer Success e lavorare insieme ai propri clienti al fine di assicurarne il successo: non è più sufficiente assicurare il supporto ad un prodotto demandando al cliente la responsabilità di utilizzarlo al meglio per i propri fini, ma occorre creare quell’intimità: un modello operativo totalmente nuovo che deve trovare supporto nella UX che le applicazioni sono in grado di garantire.


Application Management: un precario equilibrio

Gli obiettivi dell'Application Management sono di supportare i processi di business di un'organizzazione, assicurandosi che abbia le capacità per raggiungerli, di fornire assistenza nella progettazione e nello sviluppo di nuove applicazioni, nonché di mantenere e migliorare quelle in uso, accertandosi che il personale tecnico incaricato di queste mansioni abbia le necessarie competenze per fa fronte a eventuali situazioni problematiche.

Obiettivi perseguibili con un’attenta pianificazione e progettazione strategica dei servizi e dei test appropriati, senza perdere l’obiettivo del miglioramento continuo. L’Application Management lavora quindi in un precario equilibrio tra la gestione e il mantenimento del giusto livello di competenza all’interno dell’azienda e il contenimento del costo delle risorse.

Inoltre, un’altra mansione di cruciale importanza rivestita dall’AP (Application Management), è quella della valorizzazione dell’investimento nelle applicazioni, cercando di valutare quelle che effettivamente aggiungono valore al business e quelle che invece, a fronte di un cospicuo consumo di risorse, garantiscono un miglioramento molto marginale. Quali sono i costi delle applicazioni proposte rispetto al loro valore di business? Questa è una delle tante domande a cui l’Application Management è tenuto a rispondere attraverso la raccolta e l’analisi delle risorse spese cercando di confrontarle con il valore di business per gli utenti finali.


La modernizzazione resta un imperativo

In un contesto molto fluido e dai confini labili, è prioritario guardare sempre oltre, cercando di anticipare, o quantomeno di farsi trovare pronti a un cambiamento, anche piuttosto repentino. Questo significa che le aziende, per mezzo delle funzioni svolte dall’Application Management, dovrebbero modernizzare il più possibile cercando di anticipare le future esigenze degli utenti. E qui si gioca una partita fondamentale perché il portfolio applicativo e, nello specifico, le applicazioni core, per continuare a essere efficaci devono essere in grado di poter integrare nuove tecnologie e nuove feature.

In questo quadro l’Application Management deve quindi decidere se mantenere le applicazioni in essere, acquistando dei pacchetti aggiuntivi, oppure se sostituirle con altre più moderne. In quest’ultimo caso si devono valutare attentamente i tempi della transizione, pianificando interventi di aggiornamento alle risorse umane.


Application Management
, il vantaggio dell’outsourcing

Il ruolo e le mansioni svolte dall’Application Management sono di fondamentale importanza per il business dell’azienda. Competenza, efficienza e razionalizzazione delle risorse sono solo alcune delle peculiarità richieste a questa importante risorsa.

In alcuni contesti la possibilità di esternalizzare questo processo, affidandolo in outsourcing a una compagnia che ha un solido know-how e una comprovata esperienza, potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata per l’azienda, prefigurandosi come un vantaggio competitivo. Spesso mantenere un portfolio applicativo utilizzando esclusivamente risorse interne può rivelarsi controproducente per il business e per l’organizzazione stessa. L’esternalizzazione consentirebbe infatti all’azienda di focalizzarsi su attività a maggiore valore aggiunto.

 

Scritto da Pino Grimaldi - Application Office & Product Manager icons8-colore-50


integrazione-servizi-ambienti-applicativi