Blog

Business Process Outsourcing: il servizio SaaS di WESTPOLE

scritto da Marco Castaldi il 09 dicembre 2021

È vero: il Business Process Outsourcing aumenta l’efficienza e la produttività e riduce gli errori. Tuttavia, è un processo che nasconde anche alcune insidie e che, per questo, va gestito con la massima attenzione.

In molti casi, per esempio, il vendor della soluzione di Business Process Management non coincide con l’azienda che si occupa anche dell’implementazione, con conseguenze che impattano sia sui livelli di servizio che sul customer care. Inoltre, i vendor più grandi hanno standardizzato i loro processi per puntare alla massima profittabilità: così mancano quelle competenze “artigianali” necessarie a tutte quelle imprese che hanno bisogno di una soluzione verticale o di un’implementazione specifica, da affiancare ai sistemi esistenti.

Il valore del servizio Software as a Service (SaaS) di WESTPOLE risiede nel totale controllo dell’intera value chain. Un valore aggiunto, che vede WESTPOLE nelle vesti sia di produttore della piattaforma di Business Process Automation, sia di owner del cloud privato su cui girano i servizi Saas. Non meno importante, WESTPOLE riveste anche il ruolo di partner che affianca l’azienda lungo tutto il processo di concettualizzazione e progettazione del servizio, effettuando la delivery e la configurazione della piattaforma sui processi del cliente.

Una soluzione completamente esternalizzata, gestita attraverso le tecnologie di mercato più moderne e innovative.


Perché scegliere il Business Process Outsourcing di WESTPOLE

L’automazione rappresenta una delle tecnologie più in crescita. Le stime di Gartner1 indicano che il mercato dei sistemi di Robotic Process Automation (RPA) crescerà in doppia cifra fino al 2024 e nel 2021 varrà circa 2 miliardi di dollari. Il merito è quello di rendere più efficienti i processi aziendali, riducendo l’effort umano in quei task facilmente ripetibili, in cui l’intervento dell’operatore non dà un valore aggiunto. Allo sviluppo di questo settore stanno contribuendo anche le piattaforme di Intelligent Business Process Management (iBPM) che, grazie all’intervento dell’Intelligenza Artificiale (AI), abilitano scenari più complessi e, soprattutto, proattivi: questo permette all’azienda di accelerare il go to market, aumentare il livello di collaborazione nei processi e di supportare, inoltre, specifici processi industriali e organizzativi.

Ciò non significa, però, che l’automazione sia finalizzata a sostituire l’operatore umano; anzi, è proprio il contrario: serve a supportarlo in decisioni migliori e in un’organizzazione più puntuale. I casi più evidenti in cui l’automazione contribuisce a un miglioramento della produttività – e in generale della gestione dei processi aziendali - ruotano attorno all’automazione. Sono, per esempio, le valutazioni di rischio, in cui la decisione di una persona è imprescindibile e lo smistamento delle comunicazioni propedeutico al lavoro di gestione di una pratica di business (un sinistro assicurativo, una polizza, l’emissione di una carta di credito, l’autorizzazione di un fido o di un mutuo, etc).

Un Business Process Outsourcing di qualità, quindi, parte dall’automazione di quei processi - anche verticali sul settore del cliente - in cui il valore della persona resta fondamentale. Dev’essere, però, supportato da un sistema intelligente a cui delegare le operazioni ripetitive e a basso effort.


La garanzia del servizio SaaS di WESTPOLE

Il servizio SaaS di WESTPOLE per il Business Process Outsourcing garantisce un servizio su misura. WESTPOLE, in qualità di responsabile dell’intera catena, può configurare la piattaforma in modo personalizzato per il cliente e, inoltre, non ci sono situazioni di responsabilità condivise fra il vendor e il partner locale che per il cliente possono essere un problema – qualcosa che accade spesso quando il vendor è grande, ma standardizzato.

I processi business critical dei clienti non sempre hanno bisogno di un’automazione completa: il Business Process Outsourcing affidato a WESTPOLE consente di configurare la piattaforma in modo che venga integrata, sia in ingresso sia in uscita, con i servizi dei clienti. La flessibilità è uno dei pilastri della soluzione di Business Process Automation di WESTPOLE.


Business Process Outsourcing di WESTPOLE: una sicurezza per l’azienda

WESTPOLE assicura alle imprese:

  • la garanzia di un servizio SaaS fornito da un cloud provider certificato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID);
  • una piattaforma di Business Process Automation evoluta e intelligente nonché flessibile per soluzioni verticali e orizzontali;
  • la sicurezza di un partner locale che abbia il controllo dell’intera catena, con benefici significativi nella personalizzazione dell’offerta.

In qualità di partner, può fornire sia applicazioni verticali, in cui l’automazione è estremamente specifica e progettate sulle esigenze del cliente, sia applicazioni più allargate, che prendano in considerazione l’interezza del processo affinché venga rivisto sulla base di un approccio automatizzato.

A completamento dell’offerta, WESTPOLE fornisce alle aziende anche la consulenza necessaria per effettuare una mappatura dei processi e operazioni di process mining finalizzata a scovare inefficienze nascoste. In particolare quando un’azienda è consolidata, lavora spesso per “non detti”: esistono processi che non sono formalizzati, ma che in un contesto di efficientamento rappresentano un ostacolo alla trasformazione.


1 Fonte: Gartner

Scritto da Marco Castaldi - BU Application Director icons8-colore-50


White Paper - Business Process Management e Hyperautomation: la guida per ottimizzare e integrare i processi aziendali

Tag: Business process management