Blog

Come applicare il business process management all'healthcare

scritto da Enrico Pavesi il 11 dicembre 2019

Semplificazione e ottimizzazione: questi gli obiettivi dell’utilizzo del business process management nel settore healthcare. Ma in che modo questo approccio viene applicato? Innanzitutto, è bene sottolineare che il comparto healthcare presenta criticità principalmente relative a due aspetti: il primo ovviamente è quello sociale, relativo all’erogazione di fondamentali servizi sanitari per la cura delle persone; il secondo è quello economico, poiché i costi di gestione sono molto elevati. L’introduzione e l’implementazione di sistemi di gestione basati sul business process management possono aiutare le aziende del settore sanità a ridisegnare i propri processi operativi e amministrativi, in un’ottica di risparmio senza scordare di garantire un’elevata qualità delle prestazioni ai pazienti.

 

Le criticità dei servizi

Liste d’attesa infinite, ticket, prenotazioni labirintiche. In un’espressione sola, procedure percepite come difficili e ambigue. I cittadini che si approcciano alla sanità rilevano subito come il settore non brilli per semplicità e immediatezza. Così, il rischio è che i pazienti non sappiano come districarsi, come fare a ottenere l’accesso ai servizi o le informazioni di cui necessitano.

I dati parlano chiaro. Secondo una ricerca del Censis pubblicata a giugno 2019 in occasione del Welfare day, servono in media centoventotto giorni per una visita endocrinologica e novantasette per una mammografia: 16,9 milioni di italiani tra 2018 e 2019 hanno tentato la strada della prenotazione, per poi doversi rivolgere al settore privato, pagando per ottenere la prestazione in tempi più rapidi. La customer satisfaction è stata positiva nei confronti del pronto soccorso, ritenuto dal 48,9% degli utenti efficace: peccato che, precisa l’analisi, il 38,9% degli utenti si sia rivolto a tale struttura d’emergenza per l’indisponibilità di altri servizi. È evidente che, a livello procedurale, qualcosa non va.

 

I costi dell’healthcare

Il punto di vista economico è particolarmente importante per gli enti sanitari pubblici, ambito in cui si sta lavorando per garantire maggiore trasparenza e risparmio. Un passo avanti per esempio è stato fatto avviando dal 1° ottobre 2019 l’obbligo di utilizzare il NSO – Nodo Smistamento Ordini per lo scambio di documenti d’ordine tra aziende dei Sistema sanitario e loro fornitori.

I dati relativi ai costi della Sanità permettono di scattare una fotografia della situazione attuale. Il DEF – Documento di Economia e Finanza, reso pubblico ad aprile 2019, mostra che la spesa sanitaria prevista nel corrente anno ammonta alla cifra di 118,06 miliardi di euro, con un tasso di crescita del 2,3%. Basti pensare che nel 2018 era di 115,41 miliardi di euro. Il DEF prevede anche un tasso di crescita medio dell’1,4% all’anno dal 2020 al 2022.

 

L’applicazione del business process management

In questo scenario, i principi del business process management possono apportare un rilevante beneficio alle aziende sanitarie. L’approccio, basato sull’analisi e l’efficientamento dei processi aziendali, siano essi operativi o amministrativi, permette di ridisegnare i percorsi che l’azienda compie quotidianamente nelle fasi di gestione, al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati risparmiando tempo, risorse e denaro.

L’ottimizzazione nelle aziende sanitarie si può attuare sia in processi relativi ai servizi da erogare sia in ambito finanziario. In entrambi i casi, per risolvere le criticità il business process management si può applicare per:

  • analizzare il contesto e comprendere le esigenze dei pazienti e dell’azienda per capire in che modo, ridefinendo le procedure, è possibile apportare migliorie;
  • migliorare la gestione dei flussi aziendali e operativi, puntando a maggiore efficacia;
  • affrontare un percorso di digitalizzazione e dematerializzazione della gestione documentale;
  • lavorare sull’integrazione dei sistemi

 

Queste azioni puntano a garantire:

  • risparmio di tempo e conseguente velocizzazione delle procedure e dell’erogazione dei servizi,
  • contenimento dei costi,
  • semplificazione amministrativa, intesa anche come riduzione della burocrazia a vantaggio sia dell’azienda che dei pazienti. L’impatto sul pubblico, soprattutto per una pubblica amministrazione, è fondamentale ed è importante che l’accesso ai servizi sia percepito come facile da approcciare e lineare.

 

Scritto da Enrico Pavesi - Application PreSales Manager icons8-colore-50

integrazione-servizi-ambienti-applicativi

Tag: Business process management