Blog

Perché affidarsi a un managed service provider

scritto da Paolo Masoni il 23 settembre 2020

L’intervento di un managed service provider (MSP) permette alle imprese di implementare soluzioni innovative in meno tempo, in modo più efficiente e con soluzioni su misura. I benefici sono trasversali: l’azienda ha accesso a un insieme di servizi (dal cloud fino alla manutenzione remota, dalla gestione delle PEC fino alla virtualizzazione desktop) fortemente specializzati. Le imprese oggi sentono l’esigenza di evolvere la propria infrastruttura e assecondare i pilastri della trasformazione digitale. La pandemia, inoltre, ha accelerato l’adozione di modelli di smart working: servono tecnologie, quindi, che rendano l’ambiente di lavoro flessibile, agile e digitale anche da remoto. È necessario abilitare un digital workplace, che smaterializzi i flussi operativi svincolandosi dalla sede aziendale. Affidare un aspetto dell’IT a un managed service provider permette alle aziende di integrare tecnologie abilitanti con pochi sforzi, ridotti costi operativi (è ampiamente usato il modello Software-as-a-Services o SaaS) e un basso Total Cost of Ownership.


I benefici di affidarsi a un managed service provider: meno costi e risultati migliori

Portare avanti progetti in autonomia senza avere le giuste esperienze e competenze può provocare tempi più lunghi del previsto, implementazioni burrascose ed esperienze utente di pessima qualità. Ciò rallenta significativamente i flussi operativi e ha un impatto negativo sulla produttività, sulle spese operative e, a medio e lungo termine, sul coinvolgimento dei dipendenti.

Managed service provider vuol dire affidabilità

Affidarsi a un managed service provider fa sì che l’azienda possa avere un riscontro affidabile, con costi facilmente preventivabili e un partner che abbia formato il proprio personale per seguire al meglio un cronoprogramma personalizzato su misura delle esigenze dell’impresa. La verticalità dei migliori MSP permette loro di implementare le soluzioni tecnologiche in modo attento e competente per evitare possibili errori che causino rallentamenti e problemi nell’uso quotidiano.


Il managed service provider è un’azienda specializzata

Le imprese devono puntare a far crescere il proprio core business: devono concentrare le risorse economiche, umane e tecnologiche per tenere il passo dei concorrenti e, più in generale, del mercato. Per tale ragione, diventa difficile seguire le ultime tendenze e implementare tecnologie innovative in autonomia: bisogna assumere personale, che potrebbe non rispettare le aspettative, e serve dedicare una porzione del budget all’estensione, per esempio, del reparto IT oppure a un progetto di virtualizzazione. Il risultato non sarà mai soddisfacente: le imprese non potranno mai raggiungere da sole il livello di specializzazione di un managed service provider.

Un MSP è un’azienda che ha fatto delle soluzioni innovative fornite in outsourcing il suo core business, raggiungendo livello di verticalità a cui le imprese, da sole, non possono arrivare. Ha investito per anni, ha formato il proprio personale e ha fornito uno specifico servizio a grandi imprese e PMI.


Managed service provider per la gestione flessibile

C’è poi da toccare un altro aspetto: la gestione dell’azienda. Un’impresa ha bisogno di livelli elevati di business continuity, di non avere fermi aziendali, di implementare al meglio e con progetti personalizzati le nuove tecnologie e di mantenere alta la batteria contro gli attacchi informatici. Per arrivare a questo livello serve una gestione flessibile e snella: troppi progetti implementativi in capo alla sola impresa rischiano di diventare un disastro.

L'outsourcing giusto con un managed service provider

Per tale ragione, i servizi in outsourcing sono diventati imprescindibili: permettono di avere costi certi, di organizzare programmi attendibili affidandosi a partner referenziati e specializzati. I servizi gestiti abilitano una gestione flessibile dell’impresa perché delegano l’integrazione e l’operatività di un progetto a un’azienda che deve dedicare la sua intera giornata a farlo funzionare al 100%. In questo modo, l’azienda può investire le proprie risorse solo nella crescita dei suoi servizi.

Come scegliere i servizi gestiti di un MSP

Compresi i benefici trasversali di appoggiarsi ai servizi gestiti di un MSP, bisogna ragionare sulla scelta effettiva del partner: quali sono i parametri da valutare? Ce ne sono diversi: dipende dalla tecnologia che l’azienda vuole dare in outsourcing e da quali obiettivi si è prefissata.

Nella scelta di un managed services provider bisogna tenere da conto:

  • La cultura aziendale del MSP, che dev’essere allineata a quella del cliente
  • La gestione della sicurezza informatica
  • Il supporto tecnico e commerciale ai clienti
  • Il portfolio di prodotti e servizi offerti

Il MSP dev’essere una naturale estensione del lavoro dell’azienda: ne deve rispecchiare i valori, la missione e anche le modalità operative. È quindi fondamentale scegliere i servizi gestiti di un MSP affidabile e referenziato, ma che sappia anche affiancare il cliente senza scavalcarlo e aderendo perfettamente alle sue prospettive: il manager services provider dev’essere un alleato tecnologico nel percorso di trasformazione digitale e non un rallentamento.

I managed services provider in Italia

Non serve guardare all’estero per trovare un partner tecnologicamente avanzato: molti managed services provider in Italia sono diventanti punti di riferimento del loro settore per la qualità dell’offerta dei servizi digitali, il tasso di innovazione e la cura del servizio.

I settori di applicazione dei servizi gestiti italiani sono eterogenei: dal cloud ibrido fino all’automazione dello smistamento delle email PEC; dall’adozione di modelli di Intelligenza Artificiale fino all’integrazione di sistemi di Business Process Management e di Customer Relationship Management passando, inoltre, per l’Enteprise Information Management e la blockchain.

Affidarsi a un managed services provider in Italia agevola la comunicazione e la relazione sia dal punto di vista tecnico sia da quello commerciale. Non rappresenta, però, una limitazione dell’estensione geografica del business aziendale: tanti MSP italiani hanno filiali all’estero oppure offrono servizi multilingua per supportare anche le sedi esteri dei loro clienti.


Scritto da Paolo Masoni - North West Sales Director icons8-colore-50
integrazione-servizi-ambienti-applicativi

Tag: Managed services